Un giorno credi

Un giorno credi
(Edoardo Bennato n. a Napoli il 23/7/1946)

Un giorno credi di essere giusto
E di essere un grande uomo
In un altro ti svegli e devi
Cominciare da zero.
Situazioni che stancamente
Si ripetono senza tempo
Una musica per pochi amici,
Come tre anni fa.
A questo punto non devi lasciare
Qui la lotta è piu’ dura ma tu
se le prendi di santa ragione
insisti di piu’.
Sei testardo, questo è sicuro,
Quindi ti puoi salvare ancora
metti tutta la forza che hai
nei tuoi fragili nervi.

Quando ti alzi e ti senti distrutto
Fatti forza e va incontro al tuo giorno
Non tornare sui tuoi soliti passi
Basterebbe un istante.
Mentre tu sei l’assurdo in persona
E ti vedi gia’ vecchio e scadente
Raccontare a tutta la gente
Del tuo falso incidente.
Mentre tu sei l’assurdo in persona
E ti vedi gia’ vecchio e scadente
Raccontare a tutta la gente
Del tuo falso incidente.

Dello stesso autore: L’isola che non c’è

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *