Questa è la condizione dell’esistenza

Questa è la condizione dell’esistenza (Antoine de Saint-Exupéry Lione, Francia 29/6/1900 – Marsiglia, Francia 31/7/1944) Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo. Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza. Farsi primavera, significa accettare il rischio dell’inverno. Farsi presenza, significa accettare il rischio dell’assenza. Dello stesso autore: […]

La Regina

La Regina (Pablo Neruda Parral, Cile 12/7/1904 – Santiago, Cile 23/9/1973 – Premio Nobel per la letteratura 1971) Io ti ho nominato regina. Ve n’è di più alte di te, di più alte. Ve n’è di più pure di te, di più pure. Ve n’è di più belle di te, di più belle. Ma tu […]

Veronica asciuga il Volto di Gesù

Veronica asciuga il Volto di Gesù (Frank McGuinness n. a Buncrana, Irlanda il 29/7/1953) Ho visto una donna che cercava sua figlia. Sventolava una bandiera bianca per lande ostili. O forse mi sono sbagliato? Forse ero io Il bianco, il pericolo, la donna? Come fossimo buoni vicini Lei mi venne vicino, Chiedendo, La bambina, avevo […]

Il futuro

Il futuro (Gianni Rodari Omegna, VB 23/10/1920 – Roma 14/4/1980) Il futuro, credetemi, è un gran simpaticone, regala sogni facili a tutte le persone. «Sarai certo promosso» giura allo scolaretto. «Avrai voti lodevoli, vedrai, te lo prometto». Che gli costa promettere? «Oh, caro ragioniere, di cuore mi congratulo; lei sarà cavaliere!». «Lei che viaggia in […]

Il mendicante

Il mendicante (Mikhail Lermontov Mosca, Russia 15/10/1814 – Pjatigorsk, Russia 27/7/1841) Sulla porta di un santo convento Un poveretto chiedeva la carità, Magro, sofferente ed oppresso Dalla fame, dalla sete, dalla povertà. Chiedeva solo un pezzo di pane, E lo sguardo mostrava la sua pena, E qualcuno un sasso posò Sulla sua mano distesa. Così […]

Memorie di una ragazza perbene

Memorie di una ragazza perbene (Simone de Beauvoir Parigi, Francia 9/1/1908 – Parigi, Francia 14/4/1986) Poiché non scorgevo in tutta la terra alcun posto che mi convenisse, decisi allegramente che non mi sarei fermata in nessun posto. Mi votai all’Inquietudine. Della stessa autrice: A me occorre una vita divorante

L’invidia ha mani rozze e ineleganti

L’invidia ha mani rozze e ineleganti (Tito Balestra Longiano, FC 25/7/1923 – Longiano, FC 19/10/1976) L’invidia ha mani rozze e ineleganti come le tue, che stringono a morte accenni di sorriso. Sei davvero solo e infelice, l’aria che respiri è il tuo veleno. Dello stesso autore: Anna

Elegia per una nonna

Elegia per una nonna (Jean Feraca n. a New York, USA nel 1943) Le ci volle molto ad invecchiare, muovendo con rotta costante verso il centro come una mela si ritira dalla buccia, finché toccò i semi duri del nocciolo. Anni dopo, il suo bastone appeso alla maniglia della porta aperta bussò piano — lei […]

Un giorno credi

Un giorno credi (Edoardo Bennato n. a Napoli il 23/7/1946) Un giorno credi di essere giusto E di essere un grande uomo In un altro ti svegli e devi Cominciare da zero. Situazioni che stancamente Si ripetono senza tempo Una musica per pochi amici, Come tre anni fa. A questo punto non devi lasciare Qui […]

Preghiera

Preghiera (Anna Maria Ortese Roma 13/6/1914 – Rapallo, GE 9/3/1998) Fatemi fuggire da questo paese strano, ve ne prego con le mani giunte, fatemi andare lontano. Dove la gente parla in modo buono e sereno, dove nessuno mente, dove nessuno trema. In Islanda, forse, o dove comincia il Polo, il freddo terribile rende gli uomini […]

Vai alla barra degli strumenti