La preghiera di un uomo

 Le poesie delle donne

La preghiera di un uomo
(Eve Ensler n. a New York, USA il 25/5/1953)

Possa io essere un uomo
la cui fiducia in se stesso viene dalla profondità del mio dare
che capisce come la vulnerabilità sia la mia più grande forza
che crea spazi anziché dominarli
che apprezza l’ascoltare più del sapere
che cerca la gentilezza in una misura che oltrepassa il controllo
che piange quando il dolore è troppo
che rifiuta lo schiaffo, la pistola, lo strozzare, l’insulto, il pugno

Possa io non temere di perdermi
Possa io apprezzare il tocco più della prestazione
e l’esperienza più del risultato
Possa io muovermi con lentezza e non bruscamente
Possa io essere abbastanza coraggioso
da condividere la mia paura e la mia vergogna
e da raccogliere altri uomini affinché facciano lo stesso
Possa io smettere di far finta di nulla
e aprire le parti di me che sono state a lungo addormentate
Possa io apprezzare, rispettare e amare mia madre
Possa la risonanza di quell’amore
tradursi nell’amare tutte le donne e ogni creatura vivente

Della stessa autrice:
La mia rivoluzione inizia nel corpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *