La civetta della neve

La civetta della neve (Leonardo Sinisgalli Montemurro, PZ 9/3/1908 – Roma 31/1/1981) Vengono anch’essi a scaldarsi accanto al camino vecchi Dei. Viene intirizzita a chiederci asilo la civetta della neve. Dello stesso autore: Appena ieri – Santo Stefano 1938

Come svanisci

Come svanisci (Armando Uribe n. a Santiago del Cile il 28/10/1933) Come svanisci, come non sei:ti cerco. Le mie mani desolate ti cercano, aria o fuoco. Il mio cuore ti cerca sotto i sassi fra uccelli morti, gusci di lumache. Tu sogni, ahimè, tu dormi, conosci il giorno, tu mi dici addio e addio sarà […]

Elogio dell’eccentrico

Elogio dell’eccentrico (Anna Martinenghi n. a Soncino, CR il 29/1/1972) Evviva gli strambi gli sgusciati i diversi di pensiero Evviva chi non va di moda chi parla da solo chi ha mondi tutti suoi in cui si entra solo per sbaglio o per amore Evviva gli sfigati dalla nascita chi non ce la fa mai […]

Sacchi di ossa

Sacchi di ossa (Dunya Mikhail n. a Baghdad, Iraq nel 1965) Che fortuna! Finalmente ha trovato le ossa di lui c’è anche il cranio nel sacco il sacco in mano a lei somiglia ad altri sacchi in altre mani tremanti le ossa di lui a migliaia di ossa nella fossa comune il cranio non somiglia […]

Ad Auschwitz c’era una casa

27 gennaio: Il Giorno della Memoria Ad Auschwitz c’era una casa (Růžena Danielová era una gitana boema della zona di Lechovici. Come molte donne gitane, era fin da bambina esperta nell’arte del canto. Suo marito, Martin Daniel, era nato pure a Lechovici nel 1900. Nel 1943 furono entrambi arrestati e deportati a Auschwitz-Birkenau; la donna […]

Coperta di neve

Coperta di neve (Katerina Anghelaki-Rooke n. a Atene, Grecia il 22/2/1939) Io, la coperta di neve, quanti inestricabili labirinti della mia vita ricopro! Sgraziati rami secchi mi spuntano nell’inverno azioni cieche, nubi cupe i miei desideri ardenti si posano sulle sporche nevi. Le notti sono senza fine qui dove appassisco si sentono le sirene del […]

Osterie

Osterie (Felice Piemontese n. a Monte Sant’Angelo, FG il 25/1/1942) seduti nel solito bistrot di place de la Contrescarpe, bevendo parecchi bicchieri di brouilly, fresco come usano in Francia, finiamo a parlare degli amici scomparsi, proprio come fanno i vecchi. L. aveva ancora tanti progetti, dico, basta pensare di essere immortali, diceva, anche se sappiamo […]

Per Guido Rossa, operaio del cielo

   24/1/1979 – 24/1/2019 40° anniversario dall’omicidio di Guido Rossa Per Guido Rossa, operaio del cielo (Ennio Di Francesco n. a Sant’eufemia d’Aspromonte, RC il 5/5/1942) L’infinito attraversa l’anima ansimante dalla parete innevata che sfiora il cielo. E’ nella goccia di sudore che al bagliore dell’alto forno solca la fronte di Guido Rossa. Operaio che […]

Un dolce pomeriggio d’inverno

Un dolce pomeriggio d’inverno (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986) Un dolce pomeriggio d’inverno, dolce perché la luce non era piú che una cosa immutabile, non alba né tramonto, i miei pensieri svanirono come molte farfalle, nei giardini pieni di rose che vivono di là, fuori del mondo. Come povere farfalle, come quelle […]

Strofe per musica

Strofe per musica (George Gordon Byron Londra, Regno Unito 22/1/1788 – Missolungi, Grecia 19/4/1824) Dicono che la Speranza sia felicità, ma il vero Amore deve amare il passato, e il Ricordo risveglia i pensieri felici che primi sorgono e ultimi svaniscono. E tutto ciò che il Ricordo ama di più un tempo fu Speranza solamente; […]

Vai alla barra degli strumenti