I separati

I separati (Marceline Desbordes-Valmore Douai, Francia 20/6/1786 – Parigi, Francia 23/7/1859) Non scrivere. Sono triste, e vorrei spegnermi Le belle estati senza di te, sono come una notte senza una luce Ho richiuso le mie braccia, non possono raggiungerti, e bussare al mio cuore è come bussare su una tomba. Non scrivere! Non scrivere. Impariamo […]

La chimera

La chimera (Dino Campana Marradi, FI 20/8/1885 – Scandicci, FI 1/3/1932) Non so se tra roccie il tuo pallido Viso m’apparve, o sorriso Di lontananze ignote Fosti, la china eburnea Fronte fulgente o giovine Suora1 de la Gioconda: O delle primavere Spente, per i tuoi mitici pallori O Regina o Regina adolescente: Ma per il […]

Dalla spiaggia

Dalla spiaggia (Giovanni Pascoli San Mauro di Romagna, FC 31/12/1855 – Bologna 6/4/1912) I C’è sopra il mare tutto abbonacciato il tremolare quasi d’una maglia: in fondo in fondo un ermo colonnato, nivee colonne d’un candor che abbaglia: una rovina bianca e solitaria, là dove azzurra è l’acqua come l’aria: il mare nella calma dell’estate […]

Tutto crolla, tranne noi

Tutto crolla, tranne noi (Anonimo) Derûa un pónte, Derûa unn-a stradda, Derûan i nervi de chi, Segûo, O pénsa: Poéivo êse la. Derûa unn-a çitæ, Oua ciú izolà, Derûa a sò economía, Frágile e insegûa. Derûa a fêde, Ne-o çè, Ne-o destìn, Ne-a vitta. Derûan e brássa De chi o spála, Derûa, pezánte, O magón, […]

La migliore furbizia è non essere furbi

La migliore furbizia è non essere furbi (Alberto Moravia Roma 28/11/1907 – Roma 26/9/1990) Gli altri si arrabattano con la furbizia, coi calcoli e con gli inganni, e alla fine, machiavellici come sono, si ritrovano tuttavia con un pugno di mosche. A me invece, che agisco sempre con sincerità e seguendo i miei migliori istinti, […]

La vita di Borodin

La vita di Borodin (ispirata alla vita del compositore Aljexandr Boròdin) (Charles Bukowski Andernach, Germania 16/8/1920 – San Pedro, California, USA 9/3/1994) La prossima volta che ascolti Borodin ricorda che era solo un farmacista che scriveva musica per distrarsi; la sua casa era piena di gente: studenti, artisti, barboni, ubriaconi, e lui non sapeva mai […]

Mentre passavano le stagioni

Mentre passavano le stagioni… (Rabindranath Tagore Calcutta, India 7/5/1861 – Santiniketan, India 7/8/1941 – Premio Nobel per la letteratura 1913) Mentre passavano le stagioni e le api frequentavano i giardini estivi, la luna sorrideva nella notte ai gigli, i lampi dardeggiavano ardenti baci alle nuvole e ridendo sparivano… Il poeta se ne stava in un […]

Non ho nulla contro di te Alessandro

Non ho nulla contro di te Alessandro (Bertolt Brecht Augusta, Germania 10/2/1898 – Berlino, Germania 14/8/1956) Timur, mi dicono, si prese la briga di conquistare tutta la terra. Non riesco a capirlo: un po’ di grappa e la terra è bell’e scordata. Contro Alessandro non ho nulla da dire. Solo certa gente che ho visto, […]

I figli della libertà

I figli della libertà (Maram al-Masri n. a Latakia, Siria il 2/8/1962) I figli della Libertà non indossano abiti di cotone la loro pelle presto si abitua alla ruvida stoffa. I figli della Libertà indossano abiti usati e ai piedi scarpe troppo grandi oppure nudità e ferite. I figli della Libertà non conoscono il sapore […]

Era color del mare e dell’estate

Era color del mare e dell’estate (Camillo Sbarbaro Santa Margherita Ligure, GE 12/1/1888 – Savona 31/10/1967) Era color del mare e dell’estate la strada fra le case e i muri d’orto dove la prima volta ti cercai. All’incredulo sguardo ti staccasti un po’ incerta dall’altro marciapiede. Nemmeno mi guardasti. Mi stringesti, con la forza di […]

Vai alla barra degli strumenti