Indizi

Indizi (Marina Ivanovna Cvetaeva Mosca, Russia 8/10/1892 – Elabuga, Russia 31/8/1941) Come spostando pietre geme ogni giuntura! Riconosco l’amore dal dolore lungo tutto il corpo. Come un immenso campo aperto alle bufere. Riconosco l’amore dal lontano di chi mi è accanto. Come se mi avessero scavato dentro fino al midollo. Riconosco l’amore dal pianto delle vene […]

Golpe del agua en la arena

Golpe del agua en la arena (Alejo Urdaneta n. a Caracas, Venezuela il 30/8/1944) Tu dici: “Mi penetri come ago addolcito di miele Entri senza cautela con delirio” E rispondo: “Ero assetato delle tue acque, dei tuoi umori ansioso di trovare la cadenza della tua riva Raggiungere il porto ed entrare nella quieta darsena impregnarti […]

Alle donne di Ravensbrück

Alle donne di Ravensbrück (Anna Seghers Magonza, Germania 19/11/1900 – Berlino, Germania 1/6/1983) Sono le madri e le sorelle di tutti noi. Voi oggi non potreste studiare e giocare in libertà e forse non sareste neppure nati, se queste donne, con i loro corpi teneri e fragili, non vi avessero protetto, voi e il vostro […]

Io penso a te

Io penso a te (Johann Wolfgang von Goethe Francoforte sul Meno, Germania 28/8/1749 – Weimar, Germania 22/3/1832) Io penso a te quando dal seno del mare il sole sorge e i suoi raggi dardeggia; io penso a te quando al chiarore lunare l’onda serena biancheggia. Io penso a te quando sale la polvere lungo il […]

Sonetto LXXV

Sonetto LXXV (William Shakespeare Stratford-upon-Avon, Regno Unito 23/4/1564 – Stratford-upon-Avon, Regno Unito 23/4/1616) Tu sei per la mia mente come il cibo per la vita, Come le piogge di primavera sono per la terra; E per goderti in pace combatto la stessa guerra Che conduce un avaro per accumular ricchezza. Prima orgoglioso di possedere e, […]

Ti ho scritto al chiaro di luna

Ti ho scritto al chiaro di luna (Cécile Sauvage La Roche-sur-Yon, Francia 20/7/1883 – Parigi, Francia 26/8/1927) Ti ho scritto al chiaro di luna Sul tavolinetto ovale, Con una scrittura pallidissima, Parole tremolanti, a pena tinte d’arcobaleno E che disegnano baci. Perché per te voglio dei baci Muti come l’ombra e leggeri E che ci […]

La mia donna: capelli di fuoco di legna

La mia donna: capelli di fuoco di legna (André Breton Tinchebray, Francia 19/2/1896 – Parigi, Francia 28/9/1966) La mia donna: capelli di fuoco di legna Pensieri di lampi di calore Vita di clessidra La mia donna: vita di lontra tra i denti della tigre La mia donna: bocca da coccarda e fascio di stelle di […]

So che l’amore è come le dighe

So che l’amore è come le dighe (Paulo Coelho n. a Rio de Janeiro, Brasile il 24/8/1947) So che l’amore è come le dighe: se lasci una breccia dove possa infiltrarsi un filo d’acqua, a poco a poco questo fa saltare le barriere. E arriva un momento in cui nessuno riesce più a controllare la […]

Fantasma

Fantasma (Gyula Illyés Sárszentlőrinc, Ungheria 2/11/1902 – Budapest, Ungheria 15/4/1983) Stamani, l’aria è di vetro: stupito, cammino attraverso un muro di cristallo e un altro muro, perché tu veda – anche se di sera il mio cuore si incrina – com’è semplice vivere un miracolo vivere ancora.

La libertà

La libertà (Ignazio Silone Pescina, AQ 1/5/1900 – Ginevra, Svizzera 22/8/1978) «La libertà non è una cosa che si possa ricevere in regalo» disse Pietro. «Si può vivere anche in paese di dittatura ed essere libero, a una semplice condizione, basta lottare contro la dittatura. L’uomo che pensa con la propria testa e conserva il […]

Vai alla barra degli strumenti