Difficoltà nel governare

Difficoltà nel governare
(Bertolt Brecht Augusta, Germania 10/2/1898 – Berlino, Germania 14/8/1956)

1
I Ministri rendono incessantemente noto al popolo
quanto difficile sia governare. Senza i Ministri
il grano crescerebbe dentro il terreno invece che tendere in alto.
Nessun pezzo di carbone verrebbe fuori dalla miniera
se il Cancelliere non fosse così saggio. Senza il
Ministro per la propaganda
nessuna donna si lascerebbe mettere incinta. Senza il
Ministro della guerra
non ci sarebbe mai una guerra. Sì, tra l’altro è dubbio
se il sole sorgerebbe la mattina presto senza
l’autorizzazione del Führer e se sì, allora
nel posto sbagliato.

2
Altrettanto difficile è anche, come ci dicono,
dirigere una fabbrica. Senza il padrone
i muri crollerebbero e le macchine
si arrugginirebbero, si dice.

3
Se governare fosse facile
non si avrebbe bisogno di spiriti così illuminati come quello del Führer.
Se il lavoratore sapesse come far funzionare la sua macchina
non si avrebbe bisogno né di un fabbricante e neppure di un
proprietario di terreno.
Solo perché tutti sono così stupidi
si ha bisogno di alcuni, che sono furbi.

4
Oppure dovrebbe essere così
che governare è così difficile solo
perché lo sfruttamento e il latrocinio devono essere imparati?

1937

Dello stesso autore:
A mia madre
A quelli nati dopo di noi
Aria del dio della felicità
Chi sta in alto dice: pace e guerra
Contro la seduzione
Della corruzione
Domande di un lettore operaio
Generale
Hollywood
I bambini giocano alla guerra
L’analfabeta politico
L’uomo che impara
La guerra che verrà
La maschera del cattivo
Le grucce
Lode del dubbio
Lode dell’imparare
Lode della dimenticanza
Prima vennero
Ricordo di Mary A.
Tempi brutti per la poesia

0 risposte a “Difficoltà nel governare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *