Madre invidia

Madre invidia
(Susana Chávez Ciudad Juárez, Messico 5/11/1974 – Ciudad Juárez, Messico 6/1/2011)

Tutte le sere, secondo te
trascorsero sentendo la mancanza di quegli occhi,
secondo le tue regole
non avvertendo la solitudine.

Secondo te
godendo della vita strisciando.
Non puoi ricostruirti con un’altra ideologia
meno con l’emozione di una parola.

Secondo tutta te
ti soddisfa la televisione,
ti ritrovi nelle parole,
meriti gli istanti altrui.

Madre pazza e sorda
dove cade una lacrima
dove non si distingue il ricordo.
Piccola madre invidia.

Porti la notizia di domani,
incontrando assenza in questo istante di te,
coprendo fosse morte da anni.

Madre invidia
me ne andrò, esiliata con delle regole migliori
di quelle della tua casa.

Della stessa autrice: RovineSangue nostro

0 risposte a “Madre invidia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *