Enigma

Enigma (William Heyen n. a Brooklyn, New York, USA il 1/11/1940) Da Bergen una cassa di denti d’oro, Da Dachau una montagna di scarpe, Da Auschwitz una lampada in pelle. Chi ha ucciso gli ebrei? Non io, esclama la dattilografa, Non io, esclama l’ingegnere, Non io, esclama Adolf Eichmann, Non io, esclama Albert Speer. Il […]

Mare nero

Mare nero (Mark Strand Summerside, Canada 11/4/1934 – Brooklyn, New York, USA 29/11/2014 – Premio Pulitzer per la poesia 1999) Una notte chiara, mentre gli altri dormivano, ho salito le scale fino al tetto della casa e sotto un cielo fitto di stelle ho scrutato il mare, la sua distesa, il moto delle sue creste […]

In alto ho guardato dal fondo della notte

In alto ho guardato dal fondo della notte (Attila József Budapest, Ungheria 11/4/1905 – Balatonszárszó, Ungheria 3/12/1937) In alto ho guardato dal fondo della notte, verso le ruote dentate dei cieli: coi fili lucenti del caso cieco lassù il telaio del passato tesseva le sue leggi. Al cielo ho rialzato gli occhi attraverso le nebbie […]

Riva di pena, canale d’oblio

Riva di pena, canale d’oblio (Diego Valeri Piove di Sacco, PD 25/1/1887 – Roma 27/11/1976) Ora è la grande ombra d’autunno: la fredda sera improvvisa calata da tutto il cielo fumido oscuro su l’acqua spenta, la pietra malata. Ora è l’angoscia dei lumi radi, gialli, sperduti per il nebbione, l’uno dall’altro staccati, lontani, chiuso ciascuno […]

Il mondo è stupido, il modo è cieco

Il mondo è stupido, il modo è cieco (Heinrich Heine Düsseldorf, Germania 13/12/1797 – Parigi, Francia 17/2/1856) Il modo è stupido, il modo è cieco, e ogni giorno diventa più insulso! Dice di Te o mia bella bambina che un buon carattere certo non hai. Il mondo è stupido, il mondo è cieco, e mai […]

Poesia sullo stupro a Missoula

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne Poesia sullo stupro a Missoula (Marge Piercy n. a Detroit, Michigan, USA 31/3/1936) Non c’è differenza tra l’essere stuprata e scaraventata giù da una rampa di scale tranne che le ferite sanguinano anche dentro. Non c’è differenza tra l’essere stuprata ed essere investita da un camion tranne che […]

Notturno

Dimmi, t’è mai successo? Via solitaria a tarda sera, trentatré passi appena al cancello, li hai contati. I sensi inquieti. La porta richiusa, resti tesa. Penombra concava, paura, silhouette scura – il sangue trattiene il fiato, una pietra in gola, cuore di preda tambura danza di morte nel petto. Nella nuca pulsano oracoli di madre: […]

.La litania.

.La litania. (Benny Nonasky n. a Siderno, RC il 22/7/1987) Brulica la terra di fermenti attivi come sangue sul fuoco, e niente: i pedoni proseguono ad ignorare le strisce; i bambini a gettare le carte di caramelle dappertutto; gli assassini ad utilizzare sacchetti di plastica per soffocare la vittima. Che però un qualcosa stia accadendo […]

Cosa ti regalo per la festa?

Cosa ti regalo per la festa? (Elia Abu Madi al-Muhayditha, Libano 15/5/1890 – New York, USA 23/11/1957) Mio angelo, cosa ti offrirò in dono per la festa se possiedi già tutto? Un braccialetto d’oro puro? No, non voglio incatenarti i polsi. Vino? No, non c’è vino migliore sulla terra Di quello che sgorga dai tuoi […]

Lei si sente a volte

Lei si sente a volte (Alaíde Foppa Barcellona, Spagna 3/12/1914 – Città del Guatemala, Guatemala 19/12/1980) Lei si sente a volte come una cosa dimenticata nell’angolo più buio della casa come un frutto divorato dagli uccelli rapaci, come un’ombra senza volto e senza peso. La sua presenza è a stento una leggera vibrazione nell’aria immobile. […]

Vai alla barra degli strumenti