Mare lontano

Mare lontano
(Pedro Salinas Madrid, Spagna 27/11/1891 – Boston, Usa 4/12/1951)

Se non è il mare, è la sua immagine,
la sua figura, rovesciata, nel cielo.

Se non è il mare, è la sua voce
sottile,
attraverso il vasto mondo,
amplificata dal vento.

Se non è il mare, è il suo nome
in una lingua senza labbra,
senza luogo,
senza altra parola che questa:
mare.

Se non è il mare, è la sua idea
di fuoco, impenetrabile, pura;
e io,
ardente, affogo in lei.

(Da: Fabula y signo, 1931)

Dello stesso autore: Al di là della genteIl modo tuo d’amareNon ho bisogno di tempoNon respingere i sogni perché sono sogniNon voglio che ti allontaniPerché hai nome tu…Per vivere non voglioTi si sta vedendo l’altra

0 risposte a “Mare lontano”

  1.  Molto bella , in questi giorni che sto passando al mare lo sto vivendo come non l’ho mai vissuto, mi sto accorgendo di quanto è unito al resto della natura, come i colori sono il riflesso del cielo, come la costa influenza il suo fondale, i pesci , la sabbia e gli scogli. Non c’è mare senza la terra e il cielo. Tutto è armonico , tutto è intelligente, tutto ci corrisponde, come una uguale appartenenza  figliale. Buona giornata

  2.  Onda bizzarra, scomposta, irregolare, che t’infrangi sulla sabbia e riporti nel tuo candido spumeggiare un’estate calda, piena di risate, di sorrisi, di complicità.
    Buona estate Gemisto, buon week end
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *