Visite guidate

Visite guidate (Mauro Macario n. a Santa Margherita Ligure, GE il 21/2/1947) No, non sono i miei versi che vorrei lasciarti ma la fondazione degli incanti svaniti un ente a scopo benefico per allertare i giovani romantici sui rischi mortali di questa inclinazione comincia per indole e finisce in malattia tra questi due poli passano […]

Sonetto 23

Sonetto 23 (Elizabeth Barrett Browning Durham, Regno Unito 6/3/1806 – Firenze 29/6/1861) Davvero è così? Se io giacessi morta Ti mancherebbe un pò di vita perdendo la mia? E ti parrebbe più fredda la luce del sole Poichè l’umida tomba circonda il mio capo? Con stupore, o mio Adorato, lessi Nella lettera che tu questo pensi. […]

Proteggerò

Proteggerò (Isabella Leardini n. a Rimini il 20/9/1978) Proteggerò il tuo cuore opaco di conchiglia l’ho visto prima ancora che arrivasse cosa viva che non vuole starmi in mano non diventa un amuleto e non si sente nessun mare se lo avvicino ma la natura delle cose inspiegate. Lo scaldo aspettando di vedere l’animale segreto […]

Il tuo nome

Il tuo nome (Alberto Bevilacqua Parma 27/6/1934 – Roma 9/9/2013) più il tuo nome mi sale alla gola più parlo per tacerlo: si fa presto a nominare il buio col buio ma è la sagoma solitaria silenziosamente possibile al di dentro che fa paura: vivrò nell’ignoranza di ciò che so fin nelle viscere che somatizzano […]

Per ricordare

Giornata internazionale di supporto alle vittime della tortura Per ricordare (Letizia) Tante, troppe cose l’uomo non deve dimenticare. Per non dimenticare la Shoah per non dimenticare il fratello negro schiavizzato torturato martoriato, per non dimenticare la crudeltà dei cuori, per non dimenticare il pianto innocente di un bimbo fra braccia tenere inerti, per non dimenticare […]

Per ricordare

Giornata internazionale di supporto alle vittime della tortura Per ricordare (Letizia) Tante, troppe cose l’uomo non deve dimenticare. Per non dimenticare la Shoah per non dimenticare il fratello negro schiavizzato torturato martoriato, per non dimenticare la crudeltà dei cuori, per non dimenticare il pianto innocente di un bimbo fra braccia tenere inerti, per non dimenticare […]

Il gioco è finito

Il gioco è finito (Ingeborg Bachmann Klagenfurt, Austria 25/6/1926 – Roma 17/10/1973) Caro fratello, quando costruiamo una zattera per navigare lungo il cielo? Caro fratello, presto il carico sarà troppo grande, e noi affonderemo. Caro fratello, sopra un foglio tracciamo molti paesi e binari: ma sta attento alle strisce nere, con le mine potresti saltare. […]

Chanson d’’aventure

Chanson d’’aventure (Séamus Heaney Castledawson, Irlanda 13/4/1939 – Dublino, Irlanda 30/8/2013 – Premio Nobel per la letteratura 1995) Fissato a strap, scarrellato, sollevato, bloccato in posizione per il trasporto, scosso d’ossa, sbatacchiato per la velocità. l’infermiera un passeggero davanti, tu installata nel suo posto d’angolo, libero, io, disteso piatto – le nostre posture immutate per […]

La passeggiata

La passeggiata (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) La piuma urtò il tetto del calesse. Io lo guardai negli occhi. Il cuore si struggeva, non sapendo nemmeno la causa della pena. Sera senza vento, avvinta di tristezza sotto l’arco del cielo nuvoloso, il Bois de Boulogne pareva tracciato a china […]

L’estate è una ciliegia, un’albicocca, un pomodoro

L’estate è una ciliegia, un’albicocca, un pomodoro (Daniela Attanasio n. a Roma nel 1947) Se c’è un libro dei sogni nella mia vita lasciatelo aperto al rosso dei pomodori rimasti a seccare sotto il sole su tavole di legno (Da: “Il ritorno all’isola”, Nino Aragno Editore) Della stessa autrice: Bombay – Enea era un emigrante […]

Vai alla barra degli strumenti