Argenti Vive

Argenti Vive (Caparezza n. a Molfetta, BA il 9/10/1973) “Mentre solcavamo l’immobile palude, mi si parò davanti uno spirito coperto di fango, allungò verso la barca entrambe le mani ma Virgilio pronto lo respinse dicendogli, “Via di qui, vattene a stare con gli altri maledetti!” Ed io: “Maestro sarei molto desideroso, prima di uscire dalla […]

Il signore sognato

Il signore sognato (Vivian Lamarque n. a Tesero, TN il 19/4/1946) Splendidissima era la vita accanto a lui sognata. Nel sogno tra tutte prediletta la chiamava. E nella realtà? La realtà non c’era, era abdicata. Splendidissima regnava la vita immaginata. (Da: Il signore d’oro, Crocetti, 1986) Della stessa autrice: A Pasolini – La notte scende […]

Olocausto dimenticato

Olocausto dimenticato (Paola Shöpf) Silenzio, desolazione, oscura notte Il cielo è cupo, pesante di silenzio! aleggia nell’aria la nenia della morte Da queste pietre, grigie pietre da ogni rovina, dalle cornici infrante, esala disperazione di sangue e lacrime. Il mio spirito s’impiglia nel filo spinato E la mia anima s’aggrappa alle sbarre, prigioniera in casa […]

No, io non posso amare quel che sei

No, io non posso amare quel che sei (Patrizia Cavalli n. a Todi, PG il 17/4/1949) No, io non posso amare quel che sei, quello che sei è in verità uno sbaglio. C’è in te però una grazia che oltrepassa quello che tu in ostinatezza sei. Qualche cosa che è tuo e non ti appartiene, […]

Pasqua

Pasqua (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) E con un ramo di mandorlo in fiore, a le finestre batto e dico: «Aprite! Cristo è risorto e germinan le vite nuove e ritorna con l’april l’amore Amatevi tra voi pei dolci e belli sogni ch’oggi fioriscon sulla terra, uomini della penna e della guerra, uomini […]

Ho toccato stanotte i confini del cosmo

Ho toccato stanotte i confini del cosmo (Daniele Piccini n. a Città di Castello, PG il 15/4/1972) Ho toccato stanotte i confini del cosmo, di là una coltre lattiginosa, il vuoto a confinarlo. Qui cominciò la nenia, qui finisce: il campo estremo non più coltivato e poi più niente, il ricordo s’arresta dove principia – […]

Quando attraversi il vuoto

Quando attraversi il vuoto (Alejandro Jodorowsky n. a Tocopilla, Cile il 17/2/1929) Quando attraversi il vuoto che giace sotto il tempo – lì dove i contrari altro non sono che dolori del mio proprio misterioso cuore senza individuo – solo allora i miei occhi si distaccano dal mondo per vederti nel centro intorno al quale […]

1945

1945 (Mario Rivero Envigado, Colombia 1935 – Bogotà, Colombia 13/4/2009) Non è stato molto quello che ho potuto capire della vita di mio padre perché lui era un meccanico di telai invariabilmente intrattabile che si alzava alle 5 del mattino e lavorava sodo Il suo nome e il suo cognome non importano Non li porto […]

Confessione di un malandrino

Confessione di un malandrino (Sergej Aleksandrovič Esenin Konstantinovo, Russia 3/10/1895 – Leningrado, Russia 28/12/1925) Non a ciascuno è dato di cantare, non a ciascuno è dato di cadere come una mela ai piedi di qualcuno. Eccovi la suprema confessione, quella che vi può fare un malandrino. Mi piace spettinato camminare col capo sulle spalle come […]

Bambino

Bambino (Piero Jahier Genova 11/4/1884 – Firenze 10/9/1966) Sei tutto nel tuo riso – sei tutto nel tuo pianto guardaci viso nuovo guardaci chiaro viso bambino noi che abbiamo speso il nostro riso noi che abbiamo speso il nostro pianto poveri grandi visi che piangono con resti di pianto che ridono con resti di riso

Vai alla barra degli strumenti