Perché la poesia per molti può essere difficile

Perché la poesia per molti può essere difficile
(Dorothea Lasky n. a Saint Louis, Missouri, USA il 27/3/1978)

Perché parlare ai morti non è cosa da fare
Quando hai da fare altro in giornata
Tipo portar via la spazzatura o passare l’aspirapolvere
Sul bordo fra i fornelli e la dispensa
Perchè il ratto è ovunque
Striscia dappertutto
O piuttosto cammina
Non ti nota nemmeno
Ha intenzioni tutte sue
E cerca quella busta perfetta di patatine
    come eri tu una volta
Perché la vita non è più importante del mangiare
O scopare
O convincere qualcuno a scopare
O convincere qualcuno a fare qualcosa
O dormire sodo e tranquilli
E sperare solo nella gente che ha messo in te tranquillità
O lasciarsi andare dignitosamente
Perché la poesia ti ricorda
Che non c’è dignità
Nel vivere
Si fa quel che si può e per che cosa
Jack Jack gli hai scritto
Hai scritto a tutti noi
Non ero neanche nata
Mi hai scritto
Una palla rossa e verde che muove scintille
Negli occhi dei miei genitori
Mi hai scritto e ho ascoltato
Ho ascoltato credimi ho ascoltato
E sono tornata
No
Per molti la poesia è difficile
Per il suono

(Traduzione: Antonella Francini)

0 risposte a “Perché la poesia per molti può essere difficile”

  1.  Tutto quello che è difficile da capire, difficile da spiegare , alla fine si trasforma sempre in Poesia. Forse è per questo che la Poesia ci viene incontro sempre là dove cominciamo a smarrirci, in un territorio che può essere Altrove o Esilio o Lontananza o Libertà.
     

  2. La poesia, a differenza delle canzoni formate da  un testo e dalla musica e che restano nel cuore almeno per il tono o l’ allegria, è più difficile da comprendere. E’ solo l’ intuizione della poetessa  ed anche la mia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *