Baghdad

Baghdad
(May Mudhafar Nasiri poetessa e saggista n. a Baghdad nel 1940)

La sera Baghdad è un porto
da cui nessuna nave salpa
la mano dell’universo si allunga prepotente
strappa il calore dal cuore della città
mentre le case ferite risuonano lamenti.

Baghdad…

perla che giace sommersa:
c’è forse un innamorato
c’è forse un mago
che possano tuffarsi nelle ceneri
per riportarla
alla luce?

0 pensieri riguardo “Baghdad

  1. E’ un grido d’amore della Poetessa verso la Sua martoriata Città!
    Mi ricorda, seppur molto meno dolorosa, la canzone di Pino Daniele ‘Napule è’
    Quando si vede la Città ove sei nato e cresciuto distrutto dalla guerra, come nel caso di Baghdad, o mal ridotto dalla politica in connubio con la camorra per decenni e decenni, come per Napoli, chi la ama non può che piangerne le condizioni!
    Un abbraccio, Piero, ciao
    Angela

Rispondi a Magdalene Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti