Baghdad

Baghdad
(May Mudhafar Nasiri poetessa e saggista n. a Baghdad nel 1940)

La sera Baghdad è un porto
da cui nessuna nave salpa
la mano dell’universo si allunga prepotente
strappa il calore dal cuore della città
mentre le case ferite risuonano lamenti.

Baghdad…

perla che giace sommersa:
c’è forse un innamorato
c’è forse un mago
che possano tuffarsi nelle ceneri
per riportarla
alla luce?

0 risposte a “Baghdad”

  1. E’ un grido d’amore della Poetessa verso la Sua martoriata Città!
    Mi ricorda, seppur molto meno dolorosa, la canzone di Pino Daniele ‘Napule è’
    Quando si vede la Città ove sei nato e cresciuto distrutto dalla guerra, come nel caso di Baghdad, o mal ridotto dalla politica in connubio con la camorra per decenni e decenni, come per Napoli, chi la ama non può che piangerne le condizioni!
    Un abbraccio, Piero, ciao
    Angela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *