Flight coupon

Flight coupon
(Mario Baudino n. a Chiusa di Pesio, CN il 26/2/1952)

Nessuno più vede il cielo dal cielo
tutti sopra le nuvole a guardare
altro, carta stampata a volte o immagini
inchiodate nel prisma della fronte, eguali
grosso modo, diresti, a quelle
trascinate al check-in, recuperate
sul nastro dei bagagli quando tutto
nel suo tempo assegnato si consuma: nessuno
ti spia dal cavo delle nuvole, nessuno
che non sia effetto di fiamma o rifrazione, questo spieghi
al tuo vicino gemello
legato a te per la vita e per la morte
anche se l’aeroplano atterrerà di certo
e prenderai un taxi
Nessuno più vede il cielo dal cielo
come l’incantatore buono innamorato
nella sua torre d’aria, e un elfo o gnomo d’umidità addensata
che ti aspetti paziente nascosto
tra quelle praterie e quei mari, quei
mirabolanti bastioni di nebbia,
che ti veda passare di lontano e talvolta tornare
ti faccia cenni lievi con la mano poi alzi le spalle
ti sorrida e ti giochi magari uno scherzo
mentre bevi mangi chiacchieri e non sai,
un piccolo demone, un jinn,
uno spirIto in bottiglia non c’è ma fuori è scuro
tutto è già cominciato, tutto
scivola a farsi mettere al sicuro
Corre il sedile bruciando il minuto
c’è chi dorme e chi prega e chi
nascostamente certo dopo aver bevuto
parecchie bottigliette ora sparse
a lui d’intorno come
salme ora dorme o pensa ai bambini
a molti basterebbe fumare in questi tempi
igienisti abbiamo
perduto il senso del divino
tuonano i maestrali, no, mi scusi
abbiamo perso il senso del ridicolo
questo dice la macchina volando e volando
sorniona come sa esserlo il metallo, grandi
s’allargano aeroporti tutto intorno
ai luoghi deputati, sacri
per miracoli e ierofanie e apparizioni e madonnine
che ti fanno ciao ciao con le manine
nascostamente dopo aver bevuto
le mille bottigliette d’acqua
salutarmente benedetta, vai
ci sono appuntamenti e affari e brevi incontri
t’aspettano un minuto dopo la dogana
compila il questionario per l’immigrazione
sia questa solo la tua laica preghiera
dimenticate sono le nuvole fuori è buio
hai forzato le porte della sera
e della notte, rimetti a posto l’orologio
sì che ti sia di viatico e testimone, tu della nuova era cominciata
quando neppure eri nato, quest’era assai curiosa
colta e proIbizionista, bande
di coraggiosi vanno a caccia di empori
in nome delle pie vacche normanne
aborriscono l’emme gigantesca
loro è il martirologio, la bistecca
te lo spiega cortese il tuo compagno
se sono tutti eroi, questo è bello
sognano guerre grandi e generose
anche se la vita è stressante e piena d’impegni
great queen, what you command me to relate
renews the sad remembrance of our fate
narrami di Enea, che versò sangue nell’Ade
Come entrerai nella tua torre oscura
belando pregando tacendo, come?
La saggezza della macchina accende i fari sul porto
comunque sia, allacceremo le cinture
capitano, mio capitano tu che ci conduci
sulla terra di luci
portaci a cena e in più comodo letto
sgranchirsi le gambe, questa è già metafisica
di quella davvero buona et
vagus in caecus penetravit navita pontum
Il problema è banale, abbiamo perso il contatto
recitano le ostesse gentili, magre per lo più
ben truccate e fruscianti: le ombre
non vogliono sapere di rispondere
naviga navigante masso erratico
corrono a gara velocità e informazione
la tribù dei bianchi non le pare che volga
chiede, sempre più spesso, alla superstizione?
Il puro folle, rispondi, mi par ch’io lo conosca
Forse il suo nome è morte
Forse è già sbronzo, Lei che mi sta accanto
Forse sto solo sognando vecchi sogni
Non ci badi, ho visto un Parsifal terribile
il baritono aveva una voce da prete
Trombonate, la vera emergenza, sa che le dico? Sono
le trombonate, lo sono sempre state
ci sono intorno, non sente strepitare
sempre più forte, sempre più infatuate
le nostre quotidiane trombonate, lei che viene
direi dalle proli di Ramni e Quiriti
non sente il peso di queste retoriche insigni
che ci governano e tolgono
anche il diritto d’essere apertamente oppressi senza
almeno concioni e inviti
alla virtù? Lei che magari naviga nei siti
della mondiale ragnatela, e si sente
parte integrante d’una nuova era…

(Da: Aeropoema)

0 risposte a “Flight coupon”

Rispondi a zelinda Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *