Capodimonte I

Capodimonte I
(Rossella Tempesta n. a Napoli il 4/6/1968)

Capodimonte è il nome dell’altezza di spirito di Napoli,
la strada preferita del vento,
che trasporta nella mia casa minuscola, minuscoli granelli
di terra e pollini del bosco Reale -anzi vero-
proseguito dai palazzi antichi, addossati
che la luce orizzontale di Settembre dilata
in chiarore e bellezza, pieni di corpi, quelli e la strada, carnali.
Qui le donne sono tutte più madri,
più larghe di fianchi di me e della mia vicina,
con una sola piccola figlia, ed io un figlio.
Quelle conducono un esercito di uomini alti
che non lasciano mai le loro cure, la carezza nodosa delle mani
sull’ultima grinza della maglia ripiegata, il loro sugo domenicale
prolungamento del latte e poi del sangue.
E non le vedono quando, negli intervalli di un lavoro eterno,
fumano in grembiali celestone e si parlano con voci roche
dialettali, i gomiti appoggiati alle ringhiere
cariche di gerani e panni stesi.
Sembrano Maria, quando Jesus era a scuola o ai giochi di strada,
e da grande, alle lotte quotidiane.

Della stessa autrice: Punkromantica n.8

0 pensieri riguardo “Capodimonte I

  1.  Ho visto Napoli nel 2013, peccato…il tempo è stato per noi tiranno, una mezza giornata è passata veloce ammirando collezioni di artisti campani e stranieri, oltre curiosi oggetti d’arte ed eleganti reperti di porcellana di Capodimonte.

Rispondi a alice Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti