Poeti futuri

Poeti futuri (Walt Whitman West Hills, New York, USA 31/5/1819 – Camden, New Jersey, USA 26/3/1892) Poeti futuri! oratori, cantori, musicisti a venire! L’oggi non può giustificarmi e chiarire che cosa sono, ma voi, una nuova nidiata, nativa, atletica, continentale, più grande di quelle conosciute prima, sorgete! poiché voi dovete giustificarmi. Per me io non […]

Quando ci abbracciavamo

Quando ci abbracciavamo (Hermann Broch Vienna, Austria 1/11/1886 – New Haven, Connecticut, USA 30/5/1951) Quando ci abbracciavamo, trottavano, fuori, i cavalli dell’Apocalisse. Non li abbiamo sentiti? Oh, sì, li sentimmo, ma lo strepito era tanto lontano che a noi parve solo un disagio, un grosso titolo di giornale, una voce alla radio. Alle calcagna li […]

Spazio

Spazio (Juan Ramón Jiménez Moguer, Spagna 24/12/1881 – San Juan, Porto Rico 29/5/1958 – Premio Nobel per la letteratura 1956) La tua forma si sfece. Sfacesti la tua forma. Ma la coscienza tua resta diffusa, uguale, grande, immensa, nella totalità. E ti sentiamo tutt’intorno, nell’atmosfera piena di te, il tuo tu più grande. Ci guardi […]

Ancora mi sollevo

Ancora mi sollevo (Maya Angelou St. Louis, Missouri, USA 4/4/1928 – Winston-Salem, Carolina del Nord, USA 28/5/2014) Puoi svalutarmi nella storia Con le tue amare, contorte bugie; Puoi schiacciarmi a fondo nello sporco Ma ancora, come la polvere, mi solleverò La mia presunzione ti infastidisce? Perché sei così coperto di oscurità? Perché io cammino come […]

Il massimo traguardo

Il massimo traguardo (Senofane Colofone, Ionia, attuale Turchia 570 a.C. – 475 a.C.) La verità nessun uomo la conosce, nè mai potrà conoscere le cose che io dico a parole sugli dèi e sul tutto. La parola può forse avvicinarsi alla realtà, ma non conoscerla: il massimo traguardo è l’opinione.

Finalmente

Finalmente (Vittoria Aganoor Padova 26/5/1855 – Roma 8/5/1910) Dunque domani! il bosco esulta al mite sole. Ho da dirvi tante cose, tante cose! Vi condurrò sotto le piante alte, con me; solo con me! Venite! Forse… – chi sa? – non vi potrò parlare subito. Forse, finalmente sola con voi, cercherò invano una parola. Ebbene! […]

Ti dicevo al telefono…

Ti dicevo al telefono… (Elio Pagliarani Viserba, RN 25/5/1927 – Roma 8/3/2012) Ti dicevo al telefono (di cui piú mi prendono le pause, gl’imbarazzi docili, e se ci udiamo respirare) ti dicevo al telefono un amore che urge, e perché. Dello stesso autore: Sarà ora di chiudere

A Leonor

A Leonor (Amado Nervo Tepic, Messico 27/8/1870 – Montevideo, Uruguay 24/5/1919) La tua chioma è nera come l’ala del mistero; tanto nera come un lugubre mai, come un addio, come un “chi sa!” Ma c’è ancora qualcosa di più nero: i tuoi occhi! I tuoi occhi sono due maghi pensosi, due sfingi che dormono nell’ombra, […]

Entra, e in breve parla

Entra, e in breve parla (Jane Kenyon Ann Arbor, Michigan, USA 23/5/1947 – Wilmot, New Hampshire, USA 22/4/1995) Io sono il boccio pressato in un libro, ritrovato dopo duecento anni… Sono l’artefice, l’amante, il guardiano… Quando la giovinetta affamata siede alla tavola siede proprio accanto a me… Sono cibo nel piatto del prigioniero… Sono acqua […]

La moglie

La moglie (Robert Creeley Arlington, Massachusetts, USA 21/5/1926 – Odessa, Texas, USA 2/4/2005) Conosco due donne      e l’una è sostanza tangibile,      carne e ossa. L’altra nella mia mente      si ritrova. Lì tiene la sua      vera proporzione. Ma come potrei propormi      di vivere con queste due […]

Vai alla barra degli strumenti