Se una cava di rossa pozzolana

  Eccidio delle Fosse Ardeatine 1944 – 2016

Se una cava di rossa pozzolana
(Corrado Govoni Tàmara, FE 29/10/1884 – Lido dei Pini, RM 20/10/1965)

Scritta per il figlio Aladino, comandante militare di “Bandiera Rossa”, Medaglia d’Oro al Valor Militare, ucciso a Roma alle Fosse Ardeatine.

Se una cava di rossa pozzolana
incontro intorno a Roma (e sono tante!),
il cuore mi si stringe, perché vedo
in essa rinnovarsi il tuo martirio.
Se mi giungono scoppi: cacciatore
che giù dal cielo un’ala ebbra di canto
sbatte, o il rombo di zampillante
mina di nera terra; il cuore mi si spezza,
ché in ogni colpo, innocuo o sanguinoso,
sento l’eco di quello che t’uccise.
Che cosa t’hanno fatto, figlio mio,
gli uomini! E a me che cosa ha fatto Dio!

(Da: Aladino. Lamento su mio figlio morto, 1946)

Dello stesso autore: CharlotCol bacio mi sembrò di berti l’animaQuanto potè durare il tuo martirioTu, Dio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *