Prima che tu mi fossi conosciuta

Prima che tu mi fossi conosciuta
(Roberto Piumini n. a Edolo, BS il 14/3/1947)

Prima che tu mi fossi conosciuta
erano fioche ere: dal profondo
di un’infinita assenza sei venuta,
ammutinando di gioia il mio mondo.

Hai occhi celebrabili e tranquilli,
un passo molto attento, una misura,
un’eloquenza lieve, senza squilli,
un corpo mite nella sua avventura.

Io ti ho trovata degna di ogni canto,
come un’alba in tempo di salute
e come foglia germogliata accanto.

Per chi è come te, molte perdute:
estremità opposta del mio pianto,
tappeto per mutanti estasi mute.

(Da: L’amore in forma chiusa)

Dello stesso autore: E l’acquaSonetto nuovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti