Niente che sia d’oro resta

Niente che sia d’oro resta
(
Robert Frost San Francisco, California, USA 26/3/1874 – Boston, Massachusetts, USA 29/1/1963 – Premio Pulitzer per la poesia 1924, 1931, 1937 e 1943)

In Natura il primo verde è dorato,
e subito svanisce.
Il primo germoglio è un fiore
che dura solo un’ora.
Poi a foglia segue foglia.
Come l’Eden affondò nel dolore
Così oggi affonda l’Aurora.
Niente che sia d’oro resta.

Dello stesso autore: Quel che dissero i cinquant’anniUn uccelletto minore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti