Poesia della bambola

Poesia della bambola
(
Gregory Corso New York, Usa 26/3/1930 – Minneapolis, Usa 17/1/2001)

La favorita tra le bambole
sa quanto fa male l’addio di un bimbo.
Sepolta nella culla muore per sempre in soffitta.
Si sfrangiano i colori di caramella
i calzoni lunghi ci portano lontano
e sulla mano del bimbo crescono peli.
Matite rosicate e graffiate, monetine in tasca
dove vi siete nascoste?
Il bimbo ora è più lungo
lungo come la terra
tutti gli passano sopra, alcuni su sedie a rotelle,
lungo il viaggio folle e invidioso.
La bocca erutterà gazosa e canditi.

Dello stesso autore: Matrimonio…se fossi un giovane berlinese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *