Bambino, il mio frutteto che tu erediterai

Bambino, il mio frutteto che tu erediterai
(Kostis Palamas Patrasso, Grecia 13/1/1859 – Atene, Grecia 27/2/1943)

Bambino, il mio frutteto che tu erediterai,
qualcosa in lui sempre tu vedi,
non rinunciarci.
Aralo ancor più profondamente, annaffialo più spesso,
cura i suoi prati e la sua terra franante.
Quando arrivano i tempi difficili,
gli anni della collera,
quando gli uccelli e gli alberi, per paura,
imparano ad odiare,
nulla è più buono per te di una fortezza.
Temi la distruzione, non il fuoco, alza la scure.
Lascialo improduttivo, abbatti le piante,
costruisci una fortezza e nasconditi dentro,
per la lotta, per il sangue, per la rinascita,
che noi aspettiamo
e che incessantemente
si avvicina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *