L’amorosa fenice che ai miei occhi…

L’amorosa fenice che ai miei occhi…
(Giovanna Bemporad Ferrara 16/11/1928 – Roma 6/1/2013)

L’amorosa fenice che ai miei occhi
prestava i suoi paesaggi, è lontana:
con che reti afferrarla o mani ladre
se non con quelle amplissime dei sogni?
Come una fiamma in cima ai miei pensieri
che crescono in rossore, alta, oscillante
ti elevi, o perfida come una luna
d’agosto, con lunghi occhi di malizia;
e con mani solcate dai miei baci
strazi una rosa e in mezzo ai suoi disfatti
petali mi sorridi, mentre in fila
sul ramo del tuo braccio, sotto l’ombra
delle tue ciglia dormono i miei sogni
con una dolce inclinazione d’ali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti