Favola

Favola
(Sandro Penna Perugia 12/6/1906 – Roma 21/1/1977)

In un salone in cui gridano gli ori
– sorpresi dalla luce dell’aprile –
un re ascolta cento e cento prìncipi.
(Su vivi prati aleggiano taciuti
i canti…? Poi festosamente arriva
il grido umano della ragazzaglia).
Cadono voci e luci al vespro: frali
consistenze in aprile. Il re si perde
entro un lontano battere di ali.

Dello stesso autore: Era il settembreIl cielo è vuotoIl mio amoreNell’alto arido eremoSe la notte d’estate…Se la vita sapesse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti