Sono venuta a Parigi

Sono venuta a Parigi
(Maria Luisa Spaziani n. a Torino il 7/12/1922)

Sono venuta a Parigi per dimenticarti
ma tu ostinato me ne intridi ogni spazio.
Sei la chimera orrida delle gronde di Notre-Dame,
sei l’angelo che invincibile sorride.
Veniamo a patti (il contadino e il diavolo):
lasciami il giorno per guardare, leggere,
sprecare il tempo, divertirmi, escluderti.
Notti e sogni, d’accordo, sono tuoi.

Della stessa autrice: Forse di questo amore ancor non dettoNon chiedermi parole oggi non bastanoRovesciamento dei ruoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti