Silenzi

Silenzi (Lalla Romano Demonte, CN 11/11/1906 – Milano 26/6/2001) D’estate, nel silenzio dei meriggi, sopra la terra esausta ed assopita, incombe il peso d’una enorme assenza. Ma dai grandi silenzi dell’inverno, sopra la terra rispogliata e nuda, infinita certezza si disserta. Tutto perdemmo: fu sprecato il tempo Sì breve del fiorire, ma ora il cielo, […]

Invocazione all’Orsa Maggiore

Invocazione all’Orsa Maggiore (Ingeborg Bachmann Klagenfurt, Austria 25/6/1926 – Roma 17/10/1973) Orsa Maggiore, scendi irsuta notte, animale dal vello di nuvole e gli occhi antichi, occhi stellari; sbucano dall’intrico scintillanti le tue zampe e gli artigli, artigli stellari; vigili custodiamo le greggi, pur ammaliati da te, e diffidiamo dei tuoi lombi stanchi e delle zanne […]

Poesia d’amore

Poesia d’amore (Alfonso Gatto Salerno 17/7/1909 – Capalbio, GR 8/3/1976) Le grandi notti d’estate che nulla muove oltre il chiaro filtro dei baci, il tuo volto un sogno nelle mie mani. Lontana come i tuoi occhi tu sei venuta dal mare dal vento che pare l’anima. E baci perdutamente sino a che l’arida bocca come […]

Estiva

Estiva (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Che ora è questa che saluta il muro sbiadito con calda luce e silenzioso cenno, e sommuove l’aria tremante di giugno? Ardi immobile, azzurro, lustrate foglie della magnolia e tu fiore profuma il giorno, consuma i tuoi petali bianchi sino alla dissoluzione, a noi gli occhi chiusi […]

Trauma Market

Giornata Mondiale del Rifugiato Trauma Market (Adisa Bašić n. a Sarajevo il 21/6/1979) Non sarà che lei è solo una vittima che vende il suo trauma? Mi ha chiesto una biondina di Harvard Il cui cervello è valutato mezzo milione. In inglese non lo sapevo dire. Si rende conto di avere tutte le ragioni? Nove […]

Il risveglio

Il risveglio (Marceline Desbordes-Valmore Douai, Francia 20/6/1786 – Parigi, Francia 23/7/1859) Su questo letto di canne, come posso dormire ancora? Sento l’aria profumata, scorrere intorno a te. La tua bocca è un fiore dall’aroma che divora. avvicinati, tesoro mio, e non ardere altri che me. Sveglia, svegliati! Ma questo alito d’amore, questo bacio che io […]

Quarta stanza

Quarta stanza (Anonimo da Canti d’amore dell’antico Egitto) Il mio cuore se ne fugge via in fretta, non appena io ripenso al tuo amore, e non mi fa più muovere normalmente, perché esso ha lasciato il suo posto. Mi impedisce di indossare la veste e non posso più mettere il velo, non mi trucco più […]

Mare

Mare (Albert Wendt n. a Apia, Samoa il 27/10/1939) Il mare che racchiude le mie isole sciaborda ogni notte nei miei sogni non importa che spiaggia io raggiunga.

Canzone della vita quotidiana

Canzone della vita quotidiana (Francesco Guccini n. a Modena il 14/6/1940) Inizia presto all’alba o tardi al pomeriggio, ma in questo non c’è alcuna differenza, le ore che hai davanti son le stesse, son tante, stesso coraggio chiede l’esistenza… La vita quotidiana ti ha visto e già succhiato come il caffè che bevi appena alzato […]

Là nei giardini dei salici

Là nei giardini dei salici (William Butler Yeats Dublino, Irlanda 13/6/1865 – Roquebrune-Cap-Martin, Francia 28/1/1939; Premio Nobel per la letteratura 1923) Fu là nei giardini dei salici che la mia amata ed io ci incontrammo; Ella passava là per i giardini con i suoi piccoli piedi di neve. M’invitò a prendere amore così come veniva, […]

Vai alla barra degli strumenti