Epiloghi

Epiloghi
(Derek Walcott n. a Castries, Saint Lucia il 23/1/1930 – Premio Nobel per la letteratura 1992)

Le cose non esplodono,
si affievoliscono, sbiadiscono,

come il sole sbiadisce dalla carne,
come si esaurisce rapida la schiuma nella sabbia,

perfino il lampo fulmineo dell’amore
non ha un esito tonante,

muore con il suono
dei fiori che sbiadiscono come la carne

sotto la pietra pomice sudante,
tutto concorre a questa forma

finché veniamo lasciati
col silenzio che circonda la testa di Beethoven.

Dammi la mano

Dammi la mano
(Gabriela Mistral Vicuña, Cile 7/4/1889 – New York, USA 10/1/1957 – Premio Nobel per la letteratura 1945)

Dammi la mano e danzeremo
Dammi la mano e mi amerai
come un solo fior saremo
come un solo fiore e niente più.
Lo stesso verso canteremo
allo stesso passo danzerai
Come una spiga onduleremo
come una spiga e niente più.
Ti chiami rosa e io speranza
ma il tuo nome dimenticherai
perchè saremo una danza
sulla collina e niente più.

Della stessa autrice: La rosa

Incontro

Incontro
(
Giorgio Caproni Livorno 7/1/1912 – Roma 22/1/1990)

Nell’aria fresca d’odore
di calce per nuove case,
un attimo: e più non resta
del tuo transito breve
in me che quella fiamma
di lino – quell’istantaneo
battito delle ciglia,
e il pànico del tuo sorpreso
– nero, lucido – sguardo.

Dello stesso autore: Congedo del viaggiatore cerimoniosoFurtoIl mare brucia le maschere…Lo stravoltoPreghiera d’esortazione o di incoraggiamentoSei ricordo d’estateSotto le stelle