Mutamenti

Mutamenti (Roberto Pazzi n. ad Ameglia, SP il 18/8/1946) Oggi sono quel che potrei essere, un foglietto bianco caduto per terra nella sala d'attesa della stazione. Quanto manca? la domanda è mutata in Quanto ho fatto? Imito la clessidra, so capovolgere dritto e rovescio, vuoto e pieno, bianco e nero, perdo peso, sono diventato più […]

Fuga

Fuga (Carlos Drummond de Andrade Itabira, Brasile 31/10/1902 – Rio De Janeiro, Brasile 17/8/1987) La fuga dal reale, ancora più lontano la fuga dal fantastico, più lontano di tutto, la fuga da se stesso, la fuga dalla fuga, l'esilio senza acqua e parola, la perdita volontaria di amore e memoria, l'eco che non corrisponde più […]

Se puoi vedermi

Se puoi vedermi (Olga Orozco Toay, La Pampa, Argentina 17/3/1920 – Buenos Aires, Argentina 15/8/1999) Madre: è la tua creatura abbandonata che ti chiama, che abbatte la notte con un grido e la getta ai tuoi piedi come un sipario calato affinché tu non rimanga là, dall’altra parte, dove riesci soltanto con le tue mani di […]

Il giardino dell’Amore

Il giardino dell'Amore (William Blake Londra, Regno Unito 28/11/1757 – Londra, Regno Unito 12/8/1827) Sono andato al Giardino dell'Amore, E ho visto ciò che non avevo mai visto: Una Cappella era costruita nel centro, Nel luogo in cui io ero solito giocare sul prato. E i cancelli di questa Cappella erano chiusi, E "Tu non […]

Ballata

Ballata (Ernesto Ragazzoni Orta, NO 8/1/1870 – Torino 5/1/1920) Se ne vedono pel mondo che son osti… cavadenti boja, eccetera… o, secondo le fortune, grandorienti; c'è chi taglia e cuce brache, chi leoni addestra in gabbia, chi va in cerca di lumache, . . . . . . . . . . . . . […]

X agosto

X agosto (Giovanni Pascoli San Mauro di Romagna, FC 31/12/1855 – Bologna 6/4/1912) San Lorenzo, io lo so perché tanto di stelle per l’aria tranquilla arde e cade, perché sì gran pianto nel concavo cielo sfavilla. Ritornava una rondine al tetto: l’uccisero: cadde tra spini: ella aveva nel becco un insetto: la cena de’ suoi […]

Scritto sulla sabbia

Scritto sulla sabbia (Hermann Hesse Calw, Germania 2/7/1877 – Montagnola, Svizzera 9/8/1962 – Premio Nobel per la letteratura 1946) Che il bello e l’incantevole Siano solo un soffio e un brivido, che il magnifico entusiasmante amabile non duri: nube, fiore, bolla di sapone, fuoco d’artificio e riso di bambino, sguardo di donna nel vetro di […]

Lu Trenu di lu suli

Lu Trenu di lu suli (Ignazio Buttitta Bagheria, PA 19/9/1899 – Bagheria, PA 5/4/1997) 55° anniversario del disastro di Marcinelle 1.Turi Scordu, surfararu, abitanti a Mazzarinu; cu lu Trenu di lu suli s’avvintura a lu distinu. 2. Chi faceva a Mazzarinu si travagghiu nun ci nn’era? fici sciopiru na vota e lu misiru ngalera. 3. […]

Vai alla barra degli strumenti