Come non mai

Come non mai
(Giovanni Giudici n. a Le Grazie (Porto Venere), SP 26/6/1924)

Come non mai da che son nato ho pianto
Rotto in singhiozzi a una tua parola:
Sei un bambino che sempre sta cercando
La mamma con i tondi occhi di allora
È sempre maggio e si distende in festa
All’ottavo chilometro il bel prato
E tu mi guardi e mi rimbomba in testa
Quel non-dirlo-mai-più che ti ho gridato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti