Diciassette ammonimenti per una poesia femminista

Le poesie delle donne

Diciassette ammonimenti per una poesia femminista

(Erica Jong n. a New York, USA il 26/3/1942)

1 Guardati dall’uomo che condanna l’ambizione;
gli prudono le dita sotto i guanti.

2 Guardati dall’uomo che condanna la guerra
serrando i denti.

3 Guardati dall’uomo che condanna le donne che scrivono
il suo pene è minuscolo e non sa sillabare.

4 Guardati dall’uomo che ti vuole proteggere;
ti proteggerà da tutto fuorchè da se stesso.

5 Guardati dall’uomo che sa cucinare;
ti lascerà la cucina piena di pentola unte.

6 Guardati dall’uomo che ama la tu anima;
è un rompiballe.

7 Guardati dall’uomo che condanna sua madre;
è un figlio di puttana.

8 Guardati dall’uomo che scrive figlio di puttana tutto attaccato;
è un ignorante.

9 Guardati dall’uomo che ama troppo la morte;
sta per fare un’assicurazione.

10 Guardati dall’uomo che ama troppo la vita;
è uno sciocco.

11 Guardati dall’uomo che condanna gli psichiatri;
ha paura.

12 Guardati dall’uomo che ha fiducia negli psichiatri;
è pieno di debiti.

13 Guardati dall’uomo che ti sceglie i vestiti;
ha voglia di metterseli.

14 Guardati dall’uomo che ti sembra indifeso;
ti coglierà di sorpresa.

15 Guardati dall’uomo che si cura solo di libri;
scorrerà come un rivolo d’inchiostro.

16 Guardati dall’uomo che scrive lettere d’amore fiorite;
prepara anni di silenzio.

17 Guardati dall’uomo che loda le donne liberate;
sta pensando di abbandonare il lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti