Aprile

Le poesie delle donne Aprile (Anna Frank Francoforte sul Meno, Germania 12/6/1929 – Campo di concentramento di Bergen-Belsen, Germania 12/3/1945) Prova anche tu, una volta che ti senti solo o infelice o triste, a guardare fuori dalla soffitta quando il tempo è così bello. Non le case o i tetti, ma il cielo. Finché potrai […]

Il mio primo trafugamento di madre

Le poesie delle donne Il mio primo trafugamento di madre (Alda Merini Milano, 21/3/1931 – Milano, 1/11/2009) Il mio primo trafugamento di madre avvenne in una notte d'estate quando un pazzo mi prese mi adagiò sopra l'erba e mi fece concepire un figlio. O mai la luna gridò così tanto contro le stelle offese, e […]

La prima è stata Lucy

 Le poesie delle donne La prima è stata Lucy (Adriana Scarpa Venezia 26/3/1941 – Treviso 19/10/2005) Lo scavare fosse profonde, il setacciare sabbie minute, ha messo un punto fermo             alla ricerca: fu Lucy la prima umana sulla terra. Se poi vogliamo credere che Adamo venne prima di Eva sarà atto di fede sottomissione al dire […]

Diciassette ammonimenti per una poesia femminista

Le poesie delle donne Diciassette ammonimenti per una poesia femminista (Erica Jong n. a New York, USA il 26/3/1942) 1 Guardati dall’uomo che condanna l’ambizione; gli prudono le dita sotto i guanti. 2 Guardati dall’uomo che condanna la guerra serrando i denti. 3 Guardati dall’uomo che condanna le donne che scrivono il suo pene è minuscolo […]

Io devo ancora nascere

Le poesie delle donne Io devo ancora nascere (Marilyn Monroe nome d’arte di Norma Jeane Baker Los Angeles, Usa 1/6/1926 – Los Angeles, Usa 5/8/1962) Versi scritti da Marilyn su un quadernetto ritrovato a New York in una bancarella di libri usati Di tanto in tanto faccio delle rime ma non prendetevela con me. All’inferno, so […]

Sempre

Le poesie delle donne Sempre (Gioconda Belli n. a Managua, Nicaragua il 9/12/1948) Sempre questa sensazione di inquietudine di attesa d’altro. Oggi sono le farfalle e domani sarà la tristezza inspiegabile, la noia o l’ansia sfrenata di rassettare questa o quella stanza, di cucire, andare qua e là a fare commissioni, e intanto cerco di […]

Forse un giorno

Le poesie delle donne Forse un giorno (Armanda Guiducci Napoli 12/10/1923 – Milano 8/12/1992) Forse un giorno ci saranno maniere meno selvagge di queste o anima a sufficienza per amarsi in modo meno aggressivo nella eternità del provvisorio. Bisognerebbe inventarsi tutti daccapo donna nella donna uomo nell’uomo perché fosse mutato corso alle vene capillari della […]

Lanciano bombe e sorridono

Le poesie delle donne Lanciano bombe e sorridono (Gladys Basagoitia Dazza n. a Lima, Perù nel 1935 residente a Perugia) Accaniti armati fino alla punta dei capelli fino al filo dei denti in nome della pace lanciano l’amo e l’esca latte in polvere farina medicine scadute lanciano bombe e sorridono sperando che i bambini uccisi […]

Figli dell’epoca

Le poesie delle donne Figli dell’epoca (Wisława Szymborska n. a Bnin, Polonia il 2/7/1923 – Premio Nobel per la letteratura 1996) Siamo figli dell’epoca, l’epoca è politica. Tutte le tue, nostre, vostre faccende diurne, notturne sono faccende politiche. Che ti piaccia o no, i tuoi geni hanno un passato politico, la tua pelle una sfumatura […]

Lapidazione

Le poesie delle donne Lapidazione (Asie Amini n. in Iran) Giornalista di Teheran e attivista dei diritti delle donne incarcerate. Quando inizia la pioggia delle pietre prima di costruire su di me una montagna di sassi tu, hai già fatto del tuo cuore una roccia sarò anche colpevole sarò anche traditrice meriterò anche la condanna […]

Vai alla barra degli strumenti