Gabbia di vetro

Gabbia di vetro

(Jorge De Sena 1919-1978)

 

Come pareti attraverso le quali
il mondo vediamo con l’essere degli altri,
chi conosciamo ci circonda,
moltiplicando le facce della gabbia
che si tesse intorno alla nostra vita.


Nello spazio dentro ma che non dipende
dal numero di facce o distanza tra esse
noi siamo chi siamo: distinti soltanto
di ognuno degli altri, per chi
siamo appena una faccia tra tante,
per ciò in noi diventa, oltre lo spazio
una visione di specchi trasparenti.


Ma ciò che ci distingue non esiste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *